Trapianto di capelli: cosa succede dopo l'operazione?

L’intervento non è doloroso. La maggior parte dei pazienti può avvertire per 1-2 giorni una sensazione di “tensione” nell’area donatrice (dietro la nuca). Ai pazienti può essere consigliato di dormire con la testa sollevata da due cuscini per i 2-3 giorni successivi all’intervento, in modo da ridurre al minimo la possibilità che si manifesti  edema nella regione frontale.

Le crosticine che si formano su ciascun trapianto possono essere camuffate pettinandovi sopra i capelli esistenti. Tali crosticine cadono nel giro di 10-20 giorni. I capelli trapiantati che si vedono spuntare dal cuoio capelluto potranno inizialmente cadere ma, le radici rimangono e saranno in uno stato di quiescenza per 10-14 settimane trascorse le quali i nuovi capelli inizieranno a crescere.

L’intorpidimento che può talvolta verificarsi nell’area donatrice o ricevente normalmente scompare entro qualche settimana o mesi dall’intervento. In una piccolissima percentuale di pazienti può manifestarsi, per alcuni giorni, un lieve gonfiore nell’area frontale. Questo, eventualmente, compare dopo il terzo giorno dall’intervento e scompare dopo 3-4 giorni.

← Torna alle domande frequenti