PRP-HT: è una tecnica efficace?

In questo articolo si parla di tecniche o farmaci che non hanno sufficienti riscontri nella medicina ufficiale, che non hanno superato le verifiche sperimentali di efficacia e/o di sicurezza, come ad esempio la Finasteride, l'uso del PRP o PRP/HT e delle cellule staminali. Le informazioni hanno solo fine illustrativo.
La Piero Rosati Clinic e il Prof. Rosati non offrono tali trattamenti e invitiamo a diffidare di chi li propone.

PRP-HT vuol dire Platelet rich plasme hair terapy; in pratica il PRP  è plasma autologo arricchito di piastrine per centrifugazione ed è destinato a produrre un’amplificazione o una riattivazione ed accelerazione dei fenomeni di cicatrizzazione naturali.

Pertanto dove c’è un processo cicatriziale che deve essere regolato, migliorato o stimolato, esiste una sua buona indicazione.

Il PRP permette inoltre il miglioramento di fenomeni cicatriziali in patologie quali le tendinopatie. Ma non bisogna pensare che sia una panacea.

Da qualche anno il suo utilizzo è stato introdotto anche nel trattamento dell’alopecia androgenetica e noi, tra i primi, abbiamo effettuato una sperimentazione gratuita su un gruppo di pazienti ma i risultati sono stati molto poco incoraggianti.

Personalmente, quindi, anche nelle sue più recenti varianti non lo consiglio nel trattamento delle alopecie androgenetiche (calvizie maschili).

← Torna alle domande frequenti

Potrebbero interessarti