Capelli grassi: esistono rimedi efficaci?

Quello dei capelli grassi è un problema piuttosto diffuso e per alcuni imbarazzante. L'odiosa sensazione di appiccicume non è infatti una semplice apparenza, ma il risultato di un eccesso di sebo da parte delle ghiandole sebacee che si deposita su capelli e sul cuoio capelluto, favorendone l'adesione. L'eccesso di sebo è frequentemente associato alla caduta dei capelli. Spesso entrambi i problemi hanno origini androgenetiche (cioè ormonale e genetica). Altre cause di iperproduzione di sebo possono essere dovute dallo stress, da un’alimentazione scorretta, da lavaggi troppo aggressivi, da alterazioni legate all'apparato digerente, da scompensi ormonali, da disfunzioni epatiche e dal ciclo mestruale.

L'eccesso di sebo è frequentemente associato alla caduta dei capelli. Spesso entrambi i problemi hanno origini androgenetiche (cioè ormonale e genetica). 

Per correggere i capelli grassi si consiglia di lavare i capelli grassi più spesso, anche quotidianamente, con shampoo delicati per uso frequente, eventualmente alternati con prodotti specifici prescritti dal dermatologo.

Il numero di lavaggi sarà tanto maggiore quanto più il problema dei capelli grassi è accentuato e quanto più la chioma è esposta ad agenti inquinanti e fumo. I capelli di uno sportivo, per esempio, richiedono un numero superiore di lavaggi.

Evitare di asciugare i capelli a temperature eccessive, passare frequentemente le mani nei capelli o spazzolarli eccessivamente.

La salute dei capelli passa anche attraverso una regolare alimentazione. Le raccomandazioni sono le stesse che assicurano benessere e vitalità a tutto il resto del corpo. Cibi freschi e ricchi di vitamine dunque, ma anche prodotti animali per assicurare il giusto apporto di proteine solforate (uova, carne e pesce) e sali minerali come calcio, rame e zinco.

Se, oltre ai capelli grassi, compaiono segni come pelle untuosa, irsutismo, foruncoli diffusi e acne, è buona regola rivolgersi al dermatologo per accertarsi che alla base del problema non ci siano problemi di salute.

← Torna alle domande frequenti

Potrebbero interessarti